Teamleader Blog Article

Sicurezza informatica: come Teamleader protegge i tuoi dati

Stijn Vannieuwenhuyse Stijn Vannieuwenhuyse on 10-apr-2019 16.19.56 in Product Updates

Sicurezza informatica: come Teamleader protegge i tuoi dati

La digitalizzazione sta assumendo un ruolo sempre più importante all’interno delle aziende. Noi di Teamleader possiamo solo incoraggiare questa tendenza (dal momento che la nostra azienda si basa su di essa), tuttavia quando parliamo di innovazione digitale non possiamo non considerarne gli effetti secondari.

Nella nostra società attuale, per effetto secondario intendiamo la mancanza di sicurezza informatica. Pensiamoci: con quale frequenza i media diffondono la notizia dell’ennesimo attacco informatico o di una nuova fuga di dati? Spessissimo. L’obiettivo di questo blog non è farti avere paura della digitalizzazione, anzi... tutto il contrario: in Teamleader lavoriamo sodo ogni giorno per migliorare e garantire la sicurezza dei tuoi dati.

HQ_Blog_PHP7MigrationBlogpost_Inline_Safety

Archiviazione dei dati più sicura

Un’altra nostra caratteristica è lo sforzo ancora più grande che facciamo da qualche tempo a questa parte per proteggere i tuoi dati. È importantissimo per noi che i tuoi dati siano archiviati in modo sicuro, in modo che nessuno possa utilizzarli a scopi dannosi. Per spiegare cosa abbiamo fatto, dobbiamo prima di tutto chiarire il concetto di “dati a riposo”.

Cerchiamo di farla facile: i dati a riposo sono quei dati che non sono “in movimento”; le informazioni sul disco rigido del laptop sono considerate dati a riposo, ad esempio. Ora potresti obiettare che, nonostante tu possa trasportare il tuo laptop ovunque, i dati non si muovono da lì.

E allora quand’è che i dati sono in movimento? I dati che si spostano attraverso una rete sono considerati dati in movimento. Quelli più comuni  sono, ad esempio, l’invio di e-mail o il download di un file.

Sicurezza e dati a riposo

Ora che lo abbiamo chiarito… perché te ne parliamo? Bene; probabilmente conosci già il termine “http”, acronimo di HyperText Transfer Protocol. Sono le quattro lettere che precedono qualsiasi indirizzo web. Per i siti Web che utilizzano un protocollo di sicurezza (come Teamleader), questo diventa “https”, dove la “S” sta per “sicuro”.

I dati trasferiti tra un sito web o un’applicazione web con https e il server dell’applicazione sono sempre protetti e crittografati. Ma non è sempre così per i dati a riposo, e sicuramente non lo è nel caso di una grande archiviazione di file. È come avere un enorme armadio pieno di documenti classificati, ma non chiuderlo. Sembra sciocco, non ti pare?

Fortunatamente, anche le grandi società di server (come Amazon o Google) la pensano così. Ecco perché hanno implementato la crittografia a riposo ― la quale rappresenta, per così dire, il lucchetto dell’armadio. Nel caso tuo e di Teamleader, ciò si applica ai preventivi o alle fatture creati, ai documenti che hai caricato in contatti o società, agli allegati delle e-mail, etc. Questi sono file reali memorizzati sui nostri server (crittografati) e custoditi in modo sicuro.

HQ_Blog_PHP7MigrationBlogpost_inline_Speed

Maggiore velocità, migliore esperienza

Di recente abbiamo apportato alcuni miglioramenti alle nostre misure di sicurezza per ampliare questa rete di sicurezza.

Uno di questi è stato l’aggiornamento ad una versione più recente dell’infrastruttura dell’applicazione su cui si basa Teamleader. Questa nuova versione è più stabile, più sicura e soprattutto molto più veloce.

Noi l’abbiamo notato subito, e forse anche tu: dopo il lancio di questa nuova infrastruttura, la velocità dell’applicazione web Teamleader è aumentata infatti fino al 30%! Puoi vedere chiaramente il momento dell’aggiornamento nel grafico sottostante. Questo aumento della velocità comporta tempi di caricamento più rapidi e prestazioni migliori, rendendo l’esperienza complessiva di lavoro con Teamleader più piacevole.

HQ_Blog_PHP7MigrationBlogpost_Graph

nel grafico qui sopra puoi vedere chiaramente il momento dell’aggiornamento. C’è un calo significativo in tutti i tipi di richieste (database, php, chiamate esterne e redis)

Tali caratteristiche non sono state messe a punto in un solo giorno: occorrono settimane di preparazione e valutazione del rischio prima che le modifiche possano essere applicate. Dietro a questo risultato c’è il lavoro di un intero team di ingegneri, capitanato dal nostro team DevOps, che ti assicura un’esperienza utente sempre gradevole con Teamleader. Il team  DevOps (Sviluppo e operazioni) è l’anello di collegamento tra i servizi IT (come i nostri server) e il team di sviluppo. Grazie di cuore, ragazzi!