Teamleader Blog Article

PMI del futuro: nuovi modi di lavorare, orari flessibili e telelavoro

PMI del futuro: nuovi modi di lavorare, orari flessibili e telelavoro

La cultura del lavoro è un argomento scottante. Innumerevoli riviste, blog ed altre fonti parlano del fenomeno verso cui stiamo evolvendo: un’attività lavorativa che sia totalmente indipendente dal dove e dal quando. Ed i dipendenti hanno sempre maggiori possibilità di lavorare da casa, o almeno di scegliere l’orario di lavoro che meglio si adatta alle loro esigenze. Alcune fonti vanno addirittura oltre, prevedendo che entro il 2030 gli attuali uffici fisici saranno acqua passata. Molte aziende hanno iniziato a contemplare il telelavoro, lasciando che i dipendenti lavorino da casa rimanendo collegati all’azienda tramite una rete digitale. E spetta alle aziende giovani e dinamiche essere all’avanguardia anche in questo ambito: essere innovative o meno.  Dopo tutto non sembra esserci alcun segno di inversione di tendenza.

I numeri

Va da sé che questa rivoluzione implica innumerevoli cambiamenti sia per i datori di lavoro che per i dipendenti. Sono cambiamenti che richiedono flessibilità, fiducia reciproca e capacità di adattamento da ambo le parti. Inoltre la seguente domanda non ha ancora una risposta: come è possibile combinare queste nuove modalità di lavoro con un software aziendale come il CRM? E quale è il tuo ruolo come imprenditore? Inizieremo con alcune informazioni generali.

La ricerca Kluwer ha rilevato che 8 dipendenti su 10 si aspettano un miglior equilibrio tra la vita lavorativa e personale, ma anche da parte dei datori di lavoro non c’è ancora completa fiducia. La maggior parte (70%) teme che i dipendenti siano meno informati di quello che succede in azienda o, nel peggiore dei casi, che la mancanza di controllo sociale danneggi la produttività dei lavoratori. La ricerca di Robert Half svolta tra i direttori del personale in Belgio confuta tale teoria. Sembra infatti che i dipendenti siano maggiormente produttivi se lavorano da casa o quando i loro orari di lavoro sono flessibili.

Quale è il tuo ruolo come imprenditore?

Ma in sostanza, ripensare alla nostra cultura del lavoro va ben al di là di questi due aspetti. Richiede infatti un nuovo tipo di rapporto di lavoro, con un profondo adattamento da entrambe le parti. Per te, come imprenditore, è importante che la comunicazione non ne soffra; da ciò la decisione che il telelavoro sia in generale limitato a due giorni la settimana.  Il contatto personale con i colleghi rimane essenziale per un’organizzazione sana e perfettamente funzionante, indipendentemente dal settore in cui l’azienda opera.

Il branding del datore di lavoro resta essenziale nella guerra dei talenti

Non dobbiamo essere noi, probabilmente, a dirti quando sia essenziale oggi che l’azienda capisca le necessità dei suoi dipendenti. Attirare un talento nascente negli attuali contesti socio-professionali diventa più facile se tieni conto dell’immagine della tua azienda. Un ambiente di lavoro interessante e flessibile potrebbe davvero rappresentare la vera attrattiva per questi giovani potenziali talenti che l’azienda cerca di assumere. Inoltre un branding positivo del datore di lavoro aumenterà la lealtà dei dipendenti. Promuovendo l’immagine dell’azienda tra i dipendenti, la motivazione aumenta di pari passo con l’impegno, fino a raggiungere livelli impensabili.

E come si combinano questi nuovi modi di lavorare con il CRM?

Teamleader non sarebbe Teamleader se non anticipasse il modo in cui il mondo del lavoro sta evolvendo. Grazie al pacchetto CRM accessibile ovunque su cloud, l’azienda ha l’opportunità di andare incontro al futuro a testa alta. Inoltre, abbinandolo agli strumenti tecnologici a disposizione oggi (videoconferenze, condivisione di documenti, collaborazione di gruppo in tempo reale...), il futuro non potrà che essere roseo. E dopo tutto il futuro appartiene a coloro che sono in grado di vedere le possibilità...