Teamleader Blog Article

L’importanza della delega

L’importanza della delega

Qual è la risposta più frequente quando chiediamo ad un responsabile in azienda perché non delega una parte dei suoi compiti? Vi dirà che il risultato è migliore se fa da solo, o che sarebbe più oneroso a livello di tempo informare un’altra persona.

E quindi, tutti noi spesso cerchiamo di fare tutto da soli.  La stessa cosa accade spesso nelle startp: uno dei rischi maggiori cui sono esposti dei progetti promettenti ma non ancora solidissimi è proprio l'incapacita dei fondatori di identificare la persona giusta per quelle responsabilità che non possono più gestire da soli.

Questa 'mania di controllo' spesso ci fa affogare nei compiti che ci siamo autoimposti, e diventiamo noi stessi il 'collo di bottiglia' per un bel pezzo della organizzazione complessiva. Nessuno di noi ha una riserva illimitata di tempo o energie. Gli errori principali che possiamo commettere in una situazione del genere sono proprio questi: non deleghi nulla, oppure deleghi, ma le cose sbagliate (e minori); cerchi di imparare a fare da solo. Tutte perdite inutili di preziosissimo tempo.


E allora perché non prendere in considerazione l’idea di delegare in modo sano e corretto?

Riuscire a delegare significa molte cose:

  • che vuoi dedicare il tuo tempo (ovvero la cosa più preziosa che hai) alle attività che creano maggior valore;
  • che avrai più tempo per le tue priorità;
  • che altre persone avranno modo di imparare qualcosa di nuovo, di mettersi alla prova e di essere parte del team, mentre la tua organizzazione trarrà beneficio dal fatto che più di una persona sa come stanno andando le cose.

La delega comporta inoltre una serie di passaggi logici:


  • non è il caso di “fare il martire”: prova a chiedere aiuto quando serve, non c’è nulla di male  ed occorre superare l’impulso a considerare il chiedere aiuto sul lavoro come una forma di debolezza, mentre è vero il contrario (cercare di fare tutto  vuol dire non avere il senso dei propri limiti, e della realistica possibilità di portare a termine un compito in assoluta solitudine);
  • è importante definire obiettivi chiari ed anche il modo con il quale vuoi che siano raggiunti, ma se ti fidi abbastanza dei tuoi collaboratori puoi anche lasciare che seguano il LORO metodo, purché l’obiettivo sia raggiunto. Il collaboratore delegato si sentirà maggiormente responsabilizzato e sarò  per lui occasione di crescita e miglioramento;
  • la delega può essere una buona occasione per insegnare a qualcun altro una parte del proprio lavoro; certo, occorre un po’ di pazienza rispetto agli inevitabili errori di apprendimento e la convinzione di star investendo del tempo in una collaborazione che si rivelerà fruttuosa e porterà ad un innegabile RISPARMIO di tempo in un prossimo futuro.

Dalle parti di Teamleader abbiamo costruito uno strumento che permette di delegare in maniera efficiente all`interno di progetti e team diversi, tenendo sotto controllo le ore lavorate ed i budget spesi per ogni attività ed ogni risorsa. Se state cercando qualcosa del genere vi consiglio di farvi un tour sul nostro sito, ci sarà un motivo se in due anni Teamleader ha aperto uffici in sei paesi e venduto più di seimila utenze, no?