Teamleader Blog Article

I target: una motivazione in più per il vostro team

Francesco Grande Francesco Grande on 3-feb-2017 10.04.02 in Vendite e Marketing

I target: una motivazione in più per il vostro team

Volete ottenere il meglio dal vostro capitale umano? I target vi consentono di schierarvi con il vostro team, e allo stesso tempo spingono i colleghi a dare il meglio di sé. Leggete qui sotto!

Assicurarsi che il vostro personale renda costantemente bene non è un’arte. Ci vogliono una gestione intelligente e buone doti di leadership per trasformare un gruppo di individui in un team coeso che vuole crescere insieme alla vostra azienda. E questo riguarda tutte le aziende, piccole o grandi. Questo post vi spiegherà come utilizzare i target per ottenere il meglio dal vostro capitale umano.

Cosa sono i target?

I target sono obiettivi specifici a breve termine che mirano alla crescita del vostro business e alla motivazione dei vostri impiegati. Crescita perché gli obiettivi sono collegati direttamente ai fattori che incrementano il fatturato, e motivazione perché premiano le performance migliori.

Per stabilire dei target, studiate cosa fa funzionare la vostra azienda: gli indicatori chiave di prestazione (Key Performance Indicators in inglese). Supponiamo che il 70% delle offerte che inviate vengano accettate. Per raggiungere la crescita che avete stabilito avrete bisogno di 20 offerte accettate ogni mese, quindi il vostro target mensile per le offerte inviate dovrà essere di almeno 28.

Misurare significa conoscere

I target sono usati di frequente, soprattutto nel campo delle vendite. Con il modulo statistiche di Teamleader potete delineare target sulla base di elementi quali fatturato, accordi, discussioni, operazioni commerciali e risultati.

Naturalmente i target non si limitano al team di vendita della vostra azienda. Se avete stabilito come target la conformità dei lavori, potete controllare quale percentuale di lavori viene completata prima della scadenza (ad esempio: pronto il 28 di aprile invece che il 3 di maggio) e quale percentuale risulta finita nel tempo stabilito (ad esempio: pronto in 2 ore invece che in 3 ore).

A questo punto potete tenere traccia del progresso dei target, ed estrarne delle statistiche:

  • Quanti sono -in misura maggiore o minore- gli affari che il team ha chiuso, in confronto al periodo precedente?
  • Quante riunioni positive caratterizzate da valore di target X ha avuto questo venditore in questo trimestre?
  • Chi ha completato un lavoro prima della scadenza, e chi non l’ha rispettata?

Misurando e confrontando questi dati potrete monitorare le performance del vostro team ed apportare modifiche, se necessarie.

La motivazione al servizio della performance

Secondo uno studio effettuato da Securex in 8 paesi, gli impiegati belgi e olandesi si piazzano molto bene nelle categorie produttività, dedizione, soddisfazione e motivazione – tutti fattori che migliorano molto le performance. I target più difficili da raggiungere sono un ottimo aiuto per mantenere le prestazioni all’altezza, specialmente se vengono collegati ai giusti riconoscimenti.

Questi riconoscimenti possono essere di natura finanziaria, ma non è detto che sia sempre il metodo migliore: alcuni studi mostrano che le persone raggiungono risultati migliori in cambio di riconoscimenti tangibili più che per una ricompensa in denaro. Inoltre, non tutte le aziende possono contare su un budget abbastanza flessibile. Altre opzioni sono, ad esempio:

  • Buoni acquisto, possibilmente da un partner della vostra azienda
  • Escursioni ed eventi: una fiera, un weekend con il team, una partita di calcio e così via
  • Servizio di catering per pranzo
  • Un giorno di ferie extra
  • Un giorno di lavoro da casa
  • Benefit al lavoro, ad esempio il servizio lavanderia

Qualsiasi premio scegliate, non dimenticate il fattore motivante più a buon mercato di tutti: il riconoscimento. Date ai colleghi dei feedback positivi per le loro prestazioni all’altezza e offrite critiche costruttive a chi potrebbe fare meglio. Sentirsi apprezzati e compresi è la chiave per diventare colleghi produttivi e leali.

Attenzione!

La combinazione di target intelligenti e riconoscimenti allettanti può spingere le performance dei vostri impiegati a un livello più alto. E la vostra azienda ne trarrà beneficio. Ma questo non significa che non ci siano insidie. Tenete a mente questi suggerimenti:

Siate realistici: target irraggiungibili non hanno senso, target troppo facili non aiutano la vostra azienda a migliorarsi.

Siate specifici: “vendere l’8% in più del prodotto A questo trimestre” è un buon target, mentre “vendere di più questo trimestre” non lo è.

Interessatevi alle vostre persone: quello che motiva qualcuno, non motiva qualcun altro. Conoscete il vostro team e personalizzate i target.

Conoscete la vostra azienda: assicuratevi che gli obiettivi della vostra azienda siano complementari ai vostri target

Tenete presente il quadro d’insieme: i target senza la selezione giusta, il training ed il supporto non avranno grande successo. I target fanno parte di una buona gestione aziendale, ma non la sostituiscono.

Sperimentate con i target e con il modo in cui premiate chi li raggiunge. Uno strumento come Teamleader è perfetto sotto questo aspetto: controllando e confrontando in ogni fase potete vedere cosa funziona e dove invece dovete apportare modifiche.

Teamleader unisce un sistema CRM con la gestione dei progetti, la stesura di preventivi, la fatturazione ed altro ancora in un unico e comodo strumento online. Provatelo ora per 14 giorni!