Teamleader blog
Teamleader Blog Article

Fatturazione elettronica obbligatoria dal 1° gennaio 2019: come farsi trovare pronti?

Fatturazione elettronica obbligatoria dal 1° gennaio 2019: come farsi trovare pronti?

Manca davvero poco al 1 Gennaio 2019 quando scatterà per la maggior parte delle aziende Italiane l’obbligo di emettere fatture elettroniche verso i propri clienti B2B. Non potevamo non offrire ai nostri clienti una soluzione a questa grandissima novità del panorama italiano. Assieme al nostro partner tecnologico accreditato DocuMI, abbiamo infatti sviluppato una funzione aggiuntiva del nostro modulo Fatture che consentirà ai nostri clienti di inviare, ricevere e conservare per 10 anni a norma di legge le proprie fatture elettroniche.


Come attivare il servizio di fatturazione elettronica Teamleader?


Per attivare le fatture elettroniche in Teamleader e svolgere le tue attività a norma di legge, compila questo form e verrai ricontattato dai nostri consulenti. Ti spiegheranno tutti i passaggi per cominciare ad utilizzare questa nuova feature sin da subito nel tuo account Teamleader!

Compila subito il form

La piattaforma per la fatturazione elettronica è un add-on gratuito del modulo Fatture di Teamleader e ti dà la possibilità di firmare automaticamente le fatture, inviarle tramite il nostro partner tecnologico accreditato, ricevere le fatture dei tuoi fornitori e conservarle per 10 anni a norma di legge. Nel pacchetto che noi forniamo gratuitamente sono incluse le prime 500 fatture in entrata e 500 in uscita! Se pensi di aver bisogno di più fatture, contattaci e troveremo una soluzione personalizzata per le tue esigenze.


Perché lo Stato ha introdotto questa norma?


La fatturazione elettronica obbligatoria porterà evidenti vantaggi per le casse dello StatoL'intento principale del governo italiano è quello di ridurre l'evasione fiscale. Infatti, con la fatturazione cartacea esiste il rischio che vengano emesse fatture false o riportati importi non corrispondenti alla realtà. Indicando sulla fattura un numero inferiore a quello effettivamente ricevuto, le aziende avrebbero potuto registrare entrate minori e, di conseguenza, avrebbero pagato meno tasse.  

La fatturazione elettronica obbligatoria intende evitare proprio questo. Con la nuova norma, si proverebbe anche a dare un duro colpo all'evasione fiscale, che, nell'ultima rilevazione dell'ISTAT (2015), era di 208 miliardi di euro, pari al 12,6% del PIL. La fatturazione elettronica obbligatoria, infatti, consentirà all’Agenzia delle Entrate di avere una tracciabilità totale di tutti i pagamenti tra privati superiori ai 30,00€. Inoltre,  il sistema porterà  a una maggiore semplificazione fiscale, ma, soprattutto, con la fattura digitale e non cartacea, lo Stato sarà in grado di fornire più facilmente certificazioni, come, ad esempio, le dichiarazioni dei redditi con dati precompilati.


Come farsi trovare pronti?


Le aziende hanno ancora un mese per farsi trovare pronte all'attuazione della norma. Escluse quelle che lavorano nella filiera dei subappalti verso la Pubblica Amministrazione, che hanno già dovuto adattarsi alla normativa. Ricordiamo che la fatturazione elettronica obbligatoria riguarderà solamente i rapporti commerciali fra due imprese o professionisti con partita Iva e non quelli fra imprese e privati cittadini sprovvisti di partita Iva. In quest'ultimo caso, non si tratterebbe di fatturazione B2B, ma di B2C, ossia Business to Customer (cliente). Sebbene la fatturazione elettronica possa essere vista come un grande cambiamento e generare confusione, in realtà ciò che devono fare le imprese è più semplice di quanto si pensi.

Compila subito il form e non esitare oltre, scopri come Teamleader può aiutarti ad essere a norma per la creazione, invio, ricezione e conservazione delle fatture elettroniche.