Teamleader Blog Article

Fai anche tu questi errori quando compili un preventivo?

Francesco Grande Francesco Grande on 24-mag-2017 11.30.00 in Vendite e Marketing

Fai anche tu questi errori quando compili un preventivo?

Il preventivo è forse il documento commerciale più sottovalutato. Eppure occorre trovare un equilibrio tra il dedicare troppo tempo alla sua stesura – sarebbe antieconomico – e il dedicarne troppo poco, rischiando di inviare proposte non curate ma soprattutto inefficaci. In ogni caso bisogna evitare di commettere i seguenti, purtroppo frequenti, sette “peccati”.
1. La standardizzazione

Il preventivo, un documento che spesso viene generato da modelli standard, in realtà dovrebbe essere personalizzato, pensato e scritto per il tuo cliente. Per quel cliente. Non è un listino prezzi in bella copia, è la proposta di risolvere problemi specifici.

2. Invio alla persona sbagliata

Anche la migliore conversazione commerciale non darà molti frutti se il contatto non è la persona che prende direttamente le decisioni.

3. Non farsi le domande giuste

Prima di iniziare a redigere il preventivo, devi chiederti che cosa sta chiedendo il cliente. Inoltre: che cosa si aspetta? Il preventivo serve solo come follow-up? Chi leggerà il preventivo: solo il contatto o anche altre persone? Il preventivo include le condizioni preliminari che devono essere soddisfatte?

4. Offrire solo una alternativa

Nel preventivo si possono ipotizzare più soluzioni alternative. A prescindere dal fatto che usi il metodo A o B, la preoccupazione principale della tua azienda sarà sempre la stessa: esaudire i desideri del cliente.

- Sei alla ricerca di un modello di preventivo? Qui puoi trovare cinque modelli di preventivo e alcuni consigli pratici e grauiti. -


5. Invio non tempestivo

Occorre rispondere rapidamente alla richiesta di preventivo, mantenere le promesse fatte a livello di accordi e appuntamenti e successivamente contattare il cliente telefonicamente per sapere come stanno andando le cose. Tutto questo, agli occhi del cliente, è una dimostrazione del tuo interesse.

6. “Si fa così, punto e basta!”

Il tuo cliente sta proponendo un determinato prezzo o delle condizioni a livello di tempistica che non puoi - o non vuoi - soddisfare? Parla col cliente per raggiungere un equilibrio. Forse non lo troverai - peccato. Forse sarà per la prossima volta.

7. Poca chiarezza sui benefici

È auspicabile che il tuo preventivo indichi subito in modo chiaro quali servizi, materiali, ore e risultati il cliente pagherà. Non dare al cliente un’opportunità di fissare ciecamente il tuo prezzo. Motiva le tue scelte collegandole al profitto che il cliente ne sta traendo.

Se vuoi leggere un intero eBook fai click qui sotto:

EN_Ebook_9.png

Scarica l`Ebook gratis !