Teamleader Blog Article

Come individuare potenziali clienti attraverso Teamleader

Come individuare potenziali clienti attraverso Teamleader

Nessun tipo di business può davvero prosperare senza individuare nuovi potenziali clienti in maniera efficace. Tuttavia la ricerca Gleanster mostra che ben il 75% dei clienti potenziali non sono poi cosi’ interessati ad acquistare. Se dunque venissero coinvolti casualmente dal vostro sistema di vendita, sarebbero consumatori difficili da convincere o scarsamente interessati.

 Rivolgersi a loro, in ultima analisi significa investire tempo e denaro in telefonate con clienti poco entusiasti, che non si presenteranno ai vostri appuntamenti e che non risponderanno alle vostre email.

Seguire un buon procedimento di categorizzazione dei vostri lead vi aiuterà a raccogliere informazioni, e a decidere se il profilo della persona che avete davanti corrisponde a quello del vostro consumatore ideale. Ma questo tipo di informazioni non si possono semplicemente annotare su di un taccuino. Per immagazzinare ed elaborare queste informazioni avrete bisogno del supporto di strumenti specifici.

Fortunatamente, Teamleader é lo strumento perfetto per accompagnare il vostro procedimento di classificazione dei lead. Teamleader vi permette di raccogliere ed elaborare i dati giusti per identificare quali lead valga davvero la pena di approcciare, permettendovi di cogliere le opportunità giuste e chiudere contratti più velocemente. Questo blog dimostra come identificare potenziali clienti attraverso Teamleader e infine generare un giro d’affari più ampio.

Raccogliere informazioni sui lead.

Per poter portare a termine una classificazione appropriata di lead, prima di tutto si dovranno raccogliere tutte le informazioni necessarie a formare un quadro della situazione del vostro nuovo contatto. Teamleader vi permette di raccogliere questi dati in modi diversi: attraverso Linkedin, moduli su web, ed email.

Web2leads

Se non si vuole fallire fin dall’inizio, è fondamentale evitare che un cliente non venga approcciato abbastanza rapidamente (o addirittura per niente) a causa di mancanza di tempo o di informazioni. L’integrazione di team leader Web2Leads  vi permette di evitare che questo accada, in quattro semplici mosse:

  1. Prima di tutto caricate un modulo sul vostro website usando Jotform, Wufoo, Unbounce e Formstack (oppure create il vostro modulo personalizzato).
  2. Offrite ai visitatori del vostro sito web di compilarlo in cambio di ulteriori  informazioni, di uno sconto o di qualsiasi altra offerta.
  3. I loro dati personali verranno passati a Teamleader, il quale aggiungerà automaticamente un nuovo profilo cliente e una nuova offerta.
  4. Il database Teamleader inizierà a riempirsi di nuovi profili di clienti potenziali, pronti per venire classificati e, ovviamente, ricontattati nel modo più opportuno.

Devi organizzare un evento? Crea un modulo speciale per raccogliere i dati personali degli invitati. Con queste informazioni potrai scoprire se il tuo evento ha avuto successo in termini di vendite, basta che controlli nella sezione dedicata alle statistiche. Quanti lead hai classificato? Quanti alla fine hanno portato conversioni?

Teamleader ti permette di seguire le tracce del tuo potenziale cliente e i suoi passi su tutto il percorso che lo porterà a diventare tuo cliente effettivo. Registrare un profilo, ricontattarlo, inviare un preventivo, e così via … puoi gestire tutta la tua attività. Scopri quali fasi Teamleader ti aiuta a organizzare, guardando questo grafico.

LinkedIn

qualificazione lead Teamleader linkedin

LinkedIn é una miniera di informazioni per il tuo business: dal tipo di lavoro che una persona svolge e il modo in cui viene descritto è facile dedurre se una persona ha potere decisionale, il tipo di industria in cui si muove, e cosi’ via. Il LinkedIn plug-in di Teamleader ti permette di aggiungere automaticamente tutti questi dati al profilo di ogni potenziale cliente.

Ad esempio, se hai ricevuto il biglietto da visita di qualcuno, puoi subito andare a dare un’occhiata al suo profilo LinkedIn, inviando le informazioni che ne ricavi a Teamleader per categorizzare meglio questo potenziale cliente. Inoltre, puoi anche aggiungere I dipendenti di un’azienda per avere un quadro generale piu’ completo e essere sicuro di poter parlare con le persone giuste in tempo breve.

Email tracking

Se sincronizzate il vostro client email (i.e. Outlook, Office 365, Gmail) con Teamleader, potete inviare dati personali in aggiunta alle email in entrata ed uscita dal vostro database di email di clienti verso il vostro CRM.

In aggiunta, potete anche aggiungere indirizzi email sconosciuti direttamente su Teamleader e salvare in database tutte le emails inviate fra voi e i vostri contatti CRM. Ne risulta un tracciamento totale della comunicazione senza dover copiare ed incollare.

Senza sforzo, Teamleader ti permette di salvare i tuoi contatti in modo incredibilmente veloce nel tuo CRM, e di arricchirlo con informazioni rilevanti aggiuntive. Tutto ciò non solo getta le basi per la tua categorizzazione di potenziali clienti, ma é anche un modo facile per creare un database di clienti attuali e potenziali. Il prossimo passo? Riuscire a gestire e dare un senso a tutti questi dati.

Ottimizza la tua gestione e classificazione di potenziali clienti.

É imprescindibile avere una visione chiara e ben organizzata di tutti i lead, indipendentemente dal fatto che per te siano interessanti o meno. Teamleader ti da’ anche tutto questo. É qui che il tuo procedimento di categorizzazione clienti prende il via, a seconda di fattori come livello di urgenza e tempistiche.

Traccia i tuoi potenziali clienti attraverso le fasi “Deal”

All’interno di Teamleader, un Deal é un’opportunita’ di vendita. Teamleader ti permette di trasformare automaticamente ogni nuovo contatto in un Deal per poter tracciare e monitorare da vicino il progresso di ogni nuovo cliente potenziale e assicurarti di ricontattarlo nel modo piu’ opportuno. Ogni Deal puo’ essere diviso in diverse fasi:  connessione, categorizzazione, dimostrazione, chiusura, vincita, eccetera. Basandoci su un codice colorato possiamo vedere istantaneamente quali contatti richiedono quale tipo di azione. Se il Deal appare in rosso, significa che è molto urgente.

qualificazione lead Teamleader tracciamento trattative commerciali

Se un Deal viene rifiutato, puoi anche aggiungerne il motivo. Per esempio, se qualcuno ti dice che questo non è il momento giusto per fare un acquisto, ma lo prenderebbe in considerazione fra sei mesi, puoi pianificare di richiamarlo solo allora. Un vantaggio della doppia categorizzazione, è che non perdi tempo ed energia su un obiettivo inutile, ma mantieni un buon potenziale cliente per il futuro.

Inoltre, prendere nota dei motivi ti permette di prendere decisioni strategiche informate, che nel lungo periodo daranno i propri frutti. Per esempio: se un certo numero di persone sostiene che il tuo prezzo é troppo alto, puoi dare inizio ad una campagna che dimostra il valore del tuo prodotto o servizio, oppure puoi perfino considerare di ridurre il tuo prezzo, o il tuo preventivo. Inoltre puoi anche segmentare questo gruppo di persone per identificare le loro caratteristiche comuni, in modo da capire a quale tipologia di potenziali clienti è opportuno rivolgersi meno.

Follow-up e chiamate automatiche


Come menzionato in precedenza (nella parte riguardante il tracciamento tramite email) è possibile sincronizzare il tuo calendario con Teamleader permettendo di passare da un calendario all’altro. In aggiunta, puoi creare dei sotto-compiti che vengono seguiti automaticamente nelle fasi successive: potresti voler pianificare una chiamata tramite la funzione integrata di Teamleader “VoIP”,  fissare un meeting o ricontattare qualcuno via email la settimana prossima… e cosi’ via. Se un cliente potenziale non risponde al telefono, Teamleader suggerirà automaticamente di richiamare affinché non lo dimentichi.

Queste caratteristiche sono tutte accomunate da aspetti legati alla tempistica. Perché quando si tratta di classificare i lead, l’aspetto fondamentale non è solamente quali  é opportuno (o non è opportuno) seguire, ma anche e soprattutto quando seguirli.  

‘Separare l’erba buona da quella cattiva” attraverso l’uso di campi personalizzati, etichette e segmenti. 

La capacità di separare lead davvero promettenti da quelli non altrettanto interessanti risulta indispensabile nella ricerca dei clienti giusti.

Questo rende la segmentazione un elemento essenziale della categorizzazione dei clienti potenziali. Separare il tuo database ti aiuterà a pianificare in modo efficace il momento in cui ricontattare, richiamare e infine, a creare dei messaggi più mirati. Puoi creare segmenti aggiungendo etichette oppure campi personalizzati.

qualificazione lead tag campi personalizzati segmenti

La classificazione di lead è un procedimento durante il quale non si smette mai di imparare.  

Abbiamo gia’ parlato dell’aspetto del timing nella classificazione dei lead. I campi personalizzati sono perfetti per fare questo: aggiungi la “data di chiusura” se vuoi indicare quando prevedi di chiudere un contratto. Presupponiamo che un contratto si chiuda fra sei mesi, contrassegnalo con l’etichetta “tempistica non ottimale” nel frattempo mantieni il potenziale cliente interessato attraverso contenuti rilevanti, per mostrargli le tue competenze. Per esempio, un architetto d’esterno potrebbe mandare due email con suggerimenti utili riguardo a come rendere il giardino adatto alla stagione estiva (o invernale). Suggerimento: manda un mailout integrando Teamleader con una piattaforma di automazione tipo Mailchimp o Campaign Monitor.

Teamleader ti permette di scoprire le migliori fonti di clientela potenziale attraverso il customer data management. Chiedi sempre a un cliente potenziale come è venuto a sapere della tua attività. Ti hanno trovato attraverso il tuo sito web, ti hanno conosciuto di persona ad un evento oppure ti hanno scoperto grazie ad una rivista? Le statistiche di Teamleader per analizzare le fonti di contatto ti permettono di calcolare il tasso di conversione per fonte, e di conseguenza di investire le tue risorse in maniera saggia. Per esempio, se ottieni un sacco di contatti di qualità attraverso la tua rete di collaboratori, sarà opportuno mantenere buoni rapporti e lavorare ancora di più con questi ultimi.

Il modo in cui classifichi lead richiede che tu, di tanto in tanto, faccia un passo indietro e impari quali domande è opportuno porre, affinché la tua strategia diventi ancora più mirata. Teamleader ti aiuta a individuare le tendenze e a prendere decisioni strategiche, per aumentare le vendite in modo significativo.

Ti va di esplorare maggiormente I modi nei quali Teamleader puo’ aiutarti a far crescere la tua attivita’? Scopri quali caratteristiche possono far fare alle tue vendite e marketing un salto di livello.